STAY COOL. BE SOCIAL.

martedì 31 maggio 2016

All'Elfo Puccini di Milano, lo spettacolo "BIANCO O NERO the sunset limited", dal romanzo in forma drammatica di Cormac McCarthy, regia di Gabriela Eleonori, con Saverio Marconi e Rufin Doh Zéyénovin, produzione Compagnia della Rancia.



6 – 10 giugno, sala Bausch
Saverio Marconi e Rufin Doh Zéyénovin
Bianco o nero
The sunset limited
dal romanzo in forma drammatica di Cormac McCarhty
regia di Gabriela Eleonori
produzione Compagnia della Rancia


Lo spettacolo
Dio esiste? Esiste una vita, di qualsiasi specie, dopo la morte? Il cammino terreno determinerà la condizione dell'anima nell'aldilà? O, forse, la nostra esistenza è una straordinaria realizzazione di nessi causa-effetto delle scienze che governano la riproduzione e la morte di corpi organici?
Domande eterne di una ricerca ineffabile dell'essere umano.
In questa incertezza del vivere si muovono i personaggi di Sunset Limited di Cormac McCarthy, Bianco e Nero. Il bianco è professore ed ateo, il nero un ex carcerato per omicidio e credente. Il bianco tenta il suicidio gettandosi sotto il Sunset Limited, un treno che attraversa gli Stati Uniti, dalla California verso Est, ma viene fortuitamente salvato dal nero che lo porta nel suo appartamento e da lì si prende il via tutta la vicenda.
I protagonisti si affrontano come se volessero superare l'uno le certezze dell'altro, in una sorta di duello, dove i colpi sono le parole.
«Lo spettatore viene messo davanti a una terribile indeterminatezza, una sospensione pericolosa che è il costrutto intrinseco del vivere», sottolinea la regista Gabriela Eleonori. «Non conosciamo chi sia l'ospite che bussa alla nostra porta. Sarà il Salvatore o il killer che, come in Questo non è un paese per vecchi, vuole mettere fine al nostro desiderio di godere il gusto della vita?».

L’autore
Cormac McCarthy, classe 1933, è scrittore, commediografo e sceneggiatore americano tra i migliori autori degli Stati Uniti.
L'opera che l'ha fatto conoscere è Questo non è un paese per vecchi, grazie alla trasposizione cinematografica dei Fratelli Coen. Delle sue dodici opere pubblicate, fra cui due commedie, una metà è stata già adattata per lo schermo (Questo non è un paese per vecchi, Passione ribelle trasposto da Cavalli selvaggi, Il buio fuori, Sunset Limited, La strada e Figlio di Dio).

La regista
Gabriela Eleonori si è diplomata nel 1983 alla Scuola di Recitazione Comunale diretta da Saverio Marconi. Nel 1983 è tra i soci fondatori della Compagnia della Rancia, con cui debutta come attrice professionista, prendendo parte a numerosi spettacoli. Sempre per Compagnia della Rancia ha collaborato come assistente alla regia ai musical A Chorus Line, La Cage Aux Folles e Il giorno della tartaruga, tutti diretti da Saverio Marconi.
Dal 1997 è insegnante presso il Centro Teatrale Sangallo diretto da Saverio Marconi e ha curato, sempre in collaborazione con lui, le regie di numerosi spettacoli di prosa. Inoltre ha curato regie liriche per il Festiva Opera Aperta.

Saverio Marconi
Fondatore della Compagnia della Rancia, ha firmato quasi tutti i musical del gruppo, ma va ricordato che alla regia è approdato dopo diverse esperienze come attore di cinema, teatro, radio e tv. Oltre all’importazione di grandi successi internazionali, ha creato musical originali come Dance! e Pinocchio che nell’ottobre 2010 è approdato anche a New York. All’estero ha diretto due musical a Parigi per il celebre Teatro Folies Bergère e, a Broadway, la fringe-presentation del musical originale Mac Gregor. Alla direzione di musica alterna quella di opere liriche.
Nella stagione 2011/12 è tornato alla prosa, firmando la regia dello spettacolo tratto dal film vincitore di 4 premi Oscar Rain Man, con Luca Lazzareschi e Luca Bastianello e, come attore, vestendo i panni del protagonista in Variazioni Enigmatiche di Éric Emmanuel Schmitt. Nelle ultime due stagioni ha firmato, insieme a Marco Iacomelli, la regia di Frankenstein Junior, della nuova edizione di Grease e di Cercasi Cenerentola. Nella stagione 2014/15 ancora una prova d'attore in prosa con Re-fusi, un testo di Roberta Skerl per la regia di Vanessa Gasbarri e la regia dell’Elisir d’Amore per la Rete Lirica delle Marche.

RUFIN DOH ZÉYÉNOVIN
Nato in Costa D’Avorio, è arrivato in Italia negli anni Novanta. È stato definito “un talento naturale, nato in palcoscenico” è ha lavorato, fra l’altro, con Cesare Lievi, Andrée Ruth Shammah, Paolo Rossi, Leo Muscato e Renato Sarti.
Tra i lavori più recenti la performance VB65 I migranti di V. Beecroft, La molto tragica storia di Piramo e Tisbe (2010) regia di R. Sarti, Luce d’Amore e d’Altre Stelle (2011) regia di G. Scola, Let there be love (2012) di K. K. Armah, regia di Ana, produzione British Council e Paolo Grassi di Milano.
Al cinema è nei film Noi e la Giulia, regia di Edoardo Leo, Tu la conosci Claudia? e La banda dei Babbi Natale con Aldo, Giovanni e Giacomo; sul piccolo schermo è interprete di fiction e, tra le esperienze più recenti, ricordiamo Sputi e applausi, sulla vita di Enzo Tortora, con la regia di Ricky Tognazzi.
Musicista, ha preso parte come cantante alla realizzazione del CD Les nuits d’Afrique con Elio, Concato e Finardi ed è stato DJ e conduttore della trasmissione NIH su Radio Popolare.




Elfo Puccini, sala Bausch, corso Bueno Aires 33, Milano
 Lun - ven ore 19.30 - Intero 30.50 € - Ridotto 16 € Martedì 20 € 
Info e prenotazioni: tel. 02.0066.06.06, www.elfo.org

A Roma, la Terza Edizione del Premio Internazionale di Poesia e Arte Contemporanea “Apollo dionisiaco” 2016. Deadline: 3 settembre 2016.


L’Accademia Internazionale di Significazione Poesia e Arte Contemporanea di Roma, Polo no profit di libera creazione, formazione, ricerca e significazione del linguaggio umano, poetico e artistico, in Convenzione Formativa con l’Università degli Studi di Roma Tre, con il Patrocinio dell’ANCI, della Regione Lazio e di Roma Capitale, Presidente Fondatrice la prof.ssa Fulvia Minetti, Vicepresidente il dott. Renato Rocchi, Art Director Antonino "Totò" Bumbica, bandisce la III Edizione 2016 del Premio Internazionale di Poesia e Arte Contemporanea “Apollo dionisiaco”, per poesie e per opere d’arte visiva in pittura, scultura, grafica e fotografia, edite o inedite, di autori ed artisti internazionali emergenti di ogni formazione e di ogni età.

L’evento artistico-letterario significa e valorizza l'arte in tutti i suoi linguaggi espressivi, luogo fra dionisiaco e apollineo e rituale della fondazione e rifondazione di linguaggio e d’identità.
                                                                                               
Il 26 Novembre 2016 in cerimonia e mostra a Roma, presso la Sala Aurea dell'Excel Roma Montemario, ai Poeti e agli Artisti vincitori e meritevoli sarà conferito il Diploma dell’Accademia, la Critica all’opera con pubblicazione gratuita sul sito ufficiale dell’Accademia e il Trofeo aureo, argenteo e argenteo brunito “Apollo dionisiaco” da un disegno di Fulvia Minetti, in pregiatissime fusioni a mano del Laboratorio Orafo Rocchi di Via Margutta in Roma.
Si realizza via e-mail invio delle opere e iscrizione entro il 3 Settembre 2016.          
Il bando è pubblicato sul sito dell’Accademia: www.accademiapoesiarte.it

Parov Stelar: inizia il countdown per l’atteso ritorno del musicista e dj austriaco. Appuntamento il 10 giugno al Carroponte!

A due anni di distanza dal super sold out a Milano, torna in Italia Parov Stelar per una data esclusivavenerdì 10 giugno al Carroponte di Sesto San Giovanni (MI). I biglietti per questo graditissimo ritorno e imperdibile concerto del dj, musicista e produttore artistico sono disponibili sul circuito Ticketone  e nei punti vendita Vivaticket.
Dopo un esordio come dj nei club nella seconda metà degli anni ’90, Marcus Füreder, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Parov Stelar, si è dedicato alla produzione: nel 2004 ha fondato la sua etichetta Etage Noir Recordings per la quale, nello stesso anno, ha inciso Kiss Kiss, l’EP che ha consacrato il musicista quale padre fondatore dell’electro swing. Ogni suo album è stato un successo e l’artista austriaco si appresta adesso a cavalcare l’onda con un nuovo lavoro discografico, Live at Pukkelpop uscito lo scorso 11 marzo.
Parov Stelar, re dell’elettro swing, ma non solo, è ad oggi l’artista austriaco di maggior successo in ambito internazionale. Le sue performance sono richiestissime in tutto il mondo: ogni concerto è un vero e proprio spettacolo durante il quale il pubblico è rapito da un continuo gioco di luci, suoni e visual curato in ogni dettaglio. I suoi brani sono stati utilizzati per oltre 700 compilation e hanno fatto da colonna sonora a numerose campagne pubblicitarie, tra le quali quelle di ChryslerAudiBacardiPaco Rabanne, Fiat, Microsoft. I suoi video su YouTube vantano di più di 100.000 visualizzazioni e, insieme alla sua band, si è esibito con numerosi sold out in tutte le location mondiali più importanti. Tra i suoi successi si annoverano 6 Amadeus Austrian Music Awards, presenze stabili nelle classifiche iTunes USA e Canada e più di 400.000 copie vendute per i suoi album.
Il concerto di Parov Stelar al Carroponte sarà introdotto dall’opening act dell’eclettico Dj Mena: durante i suoi set si parte dal nu jazz, dal samba jazz degli anni ’40, fino ad arrivare alle più attuali deep-house e tech-house, passando per il dubstep, l’electro swing e l’house jazz. 

 
PAROV STELAR + Dj Mena
Venerdì 10 Giugno 2016
Sesto San Giovanni (MI), Carroponte – via Luigi Granelli, 1
Porte h. 20 / Inizio concerti h. 21
Biglietto posto unico: € 28,00 + prev. / € 30,00 in cassa la sera del concerto

La Pillirina. La controversa, ed infinita, questione sul futuro della costa siracusana tra la società Elemata e il Comune di Siracusa.

::: Comunicato Stampa :::

Si è appreso che l’Assessorato del territorio e dell’ambiente - Dipartimento dell’urbanistica della Regione siciliana, con nota prot. n. 10713 del 18/05/2016, su richiesta della società Elemata ha intimato al Comune di Siracusa di provvedere “entro termini ragionevoli” sul piano di lottizzazione presentato dalla suddetta società in località Maddalena (e attualmente oggetto di contenzioso avanti il Tar Catania), riservandosi di intervenire in via sostitutiva ai sensi dell’art. 27, L. R. n. 71/78, mediante un commissario ad acta a spese del Comune di Siracusa. 

In particolare, si lamenta la mancata definizione del procedimento in relazione alla controversia giurisdizionale (avente ad oggetto il DDG n. 333 del 15/10/2015, con cui è stata annullata la deliberazione del Consiglio comunale n. 118 del 04/08/2011, che ha modificato la destinazione urbanistica delle zone su cui insiste piano di lottizzazione presentato dalla società Elemata), per la quale non è stata presentata una “richiesta cautelare, sicché al un momento non è fissata alcuna udienza di trattazione”. 

In considerazione della delicatezza della questione, concernente il futuro di un tratto di costa siracusana dall’inestimabile pregio paesaggistico, naturalistico, archeologico ed etno-antropologico, che è altresì parte di una istituenda riserva naturale orientata, si invita il Comune di Siracusa, ove non abbia già provveduto, a presentare istanza di fissazione dell'udienza di discussione e contestualmente a segnalare l'urgenza del ricorso con istanza di prelievo (ai sensi dell’art. 71, D. Lgs. n. 104/2010), al fine di poter definire in tempi congrui il procedimento di lottizzazione della Elemata alla luce delle risultanze processuali (e non sulla base del provvedimento regionale impugnato innanzi al giudice amministrativo, ma non ancora sospeso). 

Ci si riserva, inoltre, la facoltà di intervenire nel giudizio pendente avanti il T.A.R. Catania con una richiesta di sospensione, in via cautelare, del DDG n. 333 del 15/10/2015, per la salvaguardia del territorio siracusano. 

Giuseppe Patti 
Coordinatore Verdi Siracusa

Facebook Page > Giuseppe PATTI per Siracusa

lunedì 30 maggio 2016

ETNA COMICS. A Catania, dal 2 al 5 giugno 2016, torna l'appuntamento con il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop.

Torna l’appuntamento con il Festival Internazionale del Fumetto e della Cultura Pop, che quest’anno spegnerà la sua sesta candelina regalando agli appassionati un’edizione che si annuncia esplosiva più che mai.
Dal 2 al 5 giugno, al Centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania, Etna Comics si prepara a lasciare tutti senza fiato, con un parterre di ospiti davvero eccezionale ed una montagna di sorprese, con l’obiettivo di polverizzare il record di visitatori dello scorso anno.
Si riparte dalle 61000 presenze del 2015, primato che lo staff organizzativo intende battere come da tradizione, attestandosi tra gli eventi di respiro internazionale più innovativi degli ultimi anni.

Tra le novità di quest’anno la sinergia con il Gold Elephant World Festival di Cateno Piazza, che porterà nella nuovissima Area Movie la guest star Salvatore Esposito, conosciuto per il suo ruolo di protagonista in “Gomorra – La serie”.
Attenzione più che mai rivolta ai big del fumetto internazionale, a partire da Esad Ribic, ospite simbolo dei fumetti Marvel Comics, passando per Jimmy Palmiotti e Amanda Conner, disegnatori americani di Harley Quinn per la DC Comics, fino a Grzegorz Rosinski, lo storico autore polacco di Thorgal, che oggi rappresenta uno dei pilastri nel mondo delle Bande Dessinèe.
Dal Giappone arriva Yumiko Igarashi, la storica mangaka di Candy Candy e Georgie, ma tra i grandi ospiti ci sarà anche Simon Bisley, dall’Inghilterra ad Etna Comics grazie al prezioso ausilio del Vertigo fan club!
Tra i tantissimi artisti italiani spicca la presenza del maestro della sceneggiatura Alfredo Castelli, autore e creatore di Martyn Mystere: il detective dell’impossibile, uno dei personaggi più famosi di casa Bonelli e tra i più amati fuori dallo stivale.
Ad accompagnare il maestro, altri grandi nomi nostrani con i loro progetti. Su tutti Comics&Science, a cura tra gli altri di Andrea Plazzi, che si avvale delle matite di Silver, al festival per il terzo volume della serie. In Materia Oscura sarà protagonista l’indimenticabile Lupo Alberto, che torna ad essere elemento di divulgazione culturale e scientifica.
Tra i big anche lo sceneggiatore Giancarlo Berardi, già collaboratore di Castelli e soggettista per Diabolik, ricordato come creatore di Ken Parker e di Julia Kendall.
Non poteva mancare poi colui che con Berardi e Castelli rappresenta la fondazione dell’Italia Bonelli: il poliedrico, colto e prolifico Ivo Milazzo!
Tra i doppiatori arriverà a Catania il noto attore Massimo Lopez, voce di Homer Simpson.
Sempre più ampio il numero delle case editrici specializzate in fumetti, tra cui saldaPress, per la prima volta in Sicilia, responsabile della distribuzione italiana degli albi da cui sono tratte le fortunate Serie TV The Walking Dead e Outcast.
Prestigiose le conferme di big del mercato italiano, europeo e non solo, come Bonelli, Disney Italia e Panini Comics, che quest’anno porterà Sio e Giacomo Bevilacqua.
Spiccano anche i grandi del fumetto indipendente, da Bao Publishing, con Zerocalcare, a Magic Press, con nomi come Don Alemanno, Fabrizio Biggio e Lorenza Di Sepio, fino alla Edizioni BD, la Anafi e la Dentiblù editrice di Mirka Andolfo.
Un parterre di grandi nomi dell’editoria che vedrà il ritorno a Catania di Tunué e della Shockdom, editore di web talent e nuove proposte.
Senza precedenti per estensione e qualità l’Area Games, che quest’anno vedrà non solo la conferma di Asterion Press e Da Vinci Giochi, ma anche il grande ritorno di Giochi Uniti e la prima volta di Ghenos e Gametrade.
Imperdibili i concerti in Area Palco, con il gradito ritorno, nella serata d’apertura, di Cristina D’Avena, regina delle sigle animate, lanciata da G.O.P.S. e TeleRicordi Band. La sera del 3 giugno sarà il momento de i Miwa e i suoi componenti, con la partecipazione speciale di Enzo Draghi, storica voce di Mirko dei Bee Hive in Kiss me Licia.
I Parimpampum saranno protagonisti della serata del 4 con una sorprendente esibizione di Don Alemanno. chiamato ad intonare due brani.
Sempre più grande l’Area Videogames, nel cuore di una manifestazione in cui non mancheranno i titoli più attuali del mondo virtuale, sui quali saranno in migliaia a sfidarsi per conquistare il gradino più alto del podio dei grandi tornei in calendario.
Umbrella Corporation farà anche quest’anno da capofila in Area Altrimondi, dove le principali novità del momento calamiteranno l’attenzione dei visitatori.
Un intero padiglione sarà dedicato alla Youtube Alley, dove i fan potranno incontrare i propri beniamini fuori dal tubo.
Spazio come sempre anche ai più piccoli, pronti ad invadere l’Area Junior in un tripudio di gioco e fantasia.
Tutto racchiuso nello splendido Manifesto di Etna Comics 2016, realizzato dallo storico copertinista di Dylan Dog, Claudio Villa, che si ispira al numero #27 della fortunata serie, omaggiando la copertina della storia disegnata dal grande Corrado Roi.
Insomma, alla sesta edizione di Etna Comics non mancherà proprio nulla. Dal 2 al 5 giugno Catania sarà capitale di cultura, divertimento ed allegria.


Per ulteriori dettagli è possibile collegarsi con la pagina Facebook di Etna Comics:
o al sito ufficiale >  www.etnacomics.com/2016/

KIDSBIT - Playing Contemporary. In Umbria il Festival per bambini del XXI secolo su tecnologie digitali e creatività.



KIDSBIT - Playing Contemporary
Festival per bambini del XXI secolo

Il primo evento realizzato in Umbria per bambini e famiglie su tecnologie digitali e creatività

Dal 13 al 19 giugno 2016 | Complesso Monumentale di Sant’Anna, Perugia


Si terrà a Perugia dal 13 al 19 giugno 2016 la prima edizione di KIDSBIT – Playing Contemporary, Festival per bambini del XXI secolo, un evento interamente dedicato all'uso creativo delle nuove tecnologie, rivolto a bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni e alle loro famiglie.
Il progetto è ideato dall’Associazione Culturale ON in collaborazione con Antica Proietteria, gruppo di giovani professionisti operanti nel campo della progettazione, della comunicazione e delle arti digitali.

Il Festival propone attività coinvolgenti, laboratori e giochi come veicolo per sperimentare discipline innovative e sviluppare competenze trasversali con l’intento di accompagnare i ragazzi nel mondo del futuro.
Lo scopo è quello di promuove un uso critico, libero e creativo di strumenti innovativi solitamente riservati agli adulti, come consolle da dj, stampanti 3D, robot, Go Pro e altre action camera, schede elettroniche, saldatori, software sofisticati di visual design, proiettori, macchine fotografiche e molto altro.
In questo modo KIDSBIT vuole favorire e stimolare lo sviluppo delle così dette soft skills (le doti personali più marcate), portando i bambini e i ragazzi a confrontarsi con attività complesse come la manipolazione del suono e delle immagini, la robotica, la programmazione, lo sviluppo motorio combinato con la costruzione di scenari digitali, la performance e l'installazione, guidati da professionisti e importanti realtà del panorama nazionale e internazionale.

IMPARARE DIVERTENDOSI: TRA DIDATTICA, GIOCO E TECNOLOGIA
La prima parte dell’evento si svolgerà da lunedì 13 fino alla mattina di sabato 18 giugno e sarà dedicata alla didattica attraverso i corsi intensivi della Summer School, un modello alternativo al centro estivo tradizionale, che offre la prima esperienza in Umbria di formazione su creatività e tecnologia digitale dedicata a ragazze e ragazzi dai 10 ai 14 anni.
I partecipanti entreranno in relazione con strumentazioni e tecniche sofisticate, con l’aiuto di esperti professionisti della progettazione, dell’elaborazione del suono, della fotografia digitale, della robotica e del coding. KidsBit Summer School intende creare una connessione diretta tra il naturale talento dei ragazzi e le competenze specializzate di abili professionisti.
I laboratori della Summer School: BOTTOMMAP Laboratorio di esplorazione urbana; UN CLICK NON FA UNA FOTO! Laboratorio di fotografia digitale; ARDUINO Laboratorio di coding e robotica
SPAZI SONORI Laboratorio di manipolazione e spazializzazione del suono.




La seconda parte di KIDSBIT sarà ad ingresso gratuito, si terrà da venerdì 17 a domenica 19 giugno e darà ampio spazio all’aspetto ludico, con performance, videomapping, installazioni e brevi laboratori, per un weekend di festa, di creatività e puro divertimento.
Alcuni degli eventi in programma nel weekend: ROBOTIC CODING Laboratorio di coding; MARMELLATA DI LAMPONI Laboratorio creativo di Raspberry P; QUADRI ANIMATI Laboratorio immersivo di movimento; Cosa sono le foglie? Visita-gioco alla scoperta dell’Orto Botanico; ILLUSTRAMONDO Laboratorio di illustrazione digitale; TOCCARE LA MUSICA Laboratorio di djing; TOY MUSIC LAB Laboratorio di circuit bending

Tra i protagonisti di KIDSBIT Festival:             
· Benjamin Rabe  Vive e lavora ad Amburgo; usa smartphone e Ipad per creare dipinti e proiezioni live, come in Walter Lemonface, un cartone live per bambini che è il pubblico stesso a controllare (un  mix magico di musica e storytelling). Fa parte del collettivo 154 collective, un gruppo internazionale composto da artisti operanti in ambito multimediale che include performer, pittori, scrittori, fotografi, animatori, danzatori e musicisti. La partecipazione di Rabe al Festival è resa possibile grazie contenuto è offerto da Goethe Institut e dall’Istituto Tedesco di Perugia.
Gli appuntamenti in programma a cura di Rabe:
>> IPAD TAGTOOL Laboratorio di animazione digitale in inglese
Creeremo un mondo animato con luci e colori. Disegneremo creature bizzarre a cui daremo vita con due dita, un iPad e la nostra immaginazione. 


· Ubi De Feo  Comincia a smontare oggetti all'età di 6 anni. È proprio il desiderio di scoprire il funzionamento interno delle cose che lo porta ad “hackerare” computer, motori, codici e componenti elettronici. Oggi si occupa di tecnologia creativa per Wieden+Kennedy, la più grande agenzia creativa indipendente nel mondo, supervisionando e/o sviluppando lavori per Nike, Nokia, GoreTEX, Heineken, Bottega Veneta, Mandarina Duck, Electronic Arts, MTV. Insegna anche programmazione, elettronica e altro a chi vuole imparare trasformando concetti davvero complicati in cose semplici, tangibili e concrete.
Gli appuntamenti in programma a cura di Ubi De Feo:
>> Computo Ergo Sum Workshop di programmazione, senza computer in cui De Feo, attraverso l’utilizzo di semplici oggetti come palline da ping pong, caramelle e strutture realizzate artigianalmente, dimostrerà il naturale legame tra il modo di pensare di una macchina e il linguaggio di programmazione che ci permette di interloquirci. Un laboratorio in due appuntamenti interattivo e coinvolgente, già sperimentato in prestigiosi istituti di alta formazione e festival digitali europei.
                 
· TinkidoO  Progetto di Education Technology. Si occupa di creare contenuti innovativi per la didattica delle discipline STEAM (scienze, tecnologia, ingegneria, elettronica, matematica, robotica e making) per i bambini tra i 3 ed i 12 anni. Il metodo Tinkidoo è basato sull’utilizzo dei giocattoli digitali come strumento di apprendimento.
Gli appuntamenti in programma a cura di TinkidoO:
>> Baby Coding Laboratorio di coding incentrato su Cubetto, il nuovissimo gioco-robot di legno che insegna ai piccolissimi i principi del coding in stile Montessori.
>> Robotic Coding Laboratorio di coding per conoscere i principi base della programmazione informatica attraverso l’uso di giocattoli intelligenti.
>> Tinkidoo Academy Workshop di Education Technology per adulti. Un incontro dedicato a genitori, educatori, insegnanti e animatori digitali per analizzare insieme lo scenario attuale dei processi educativi, conoscere gli strumenti e confrontarsi sugli approcci.

· Urban Games Factory  È una casa di produzione di giochi urbani che dal 2008 crea esperienze per adulti, bambini e creativi, in Festival europei, Musei ed edifici abbandonati, creando giochi con Zombie, Agenti Segreti, mischiando teatro e immersione, con inseguimenti ed enigmi. La loro ambizione è diventare come la Pixar ma dei giochi urbani.
Gli appuntamenti in programma a cura di Urban Games Factory:
>> Incognito Gioco di esplorazione urbana - Ogni posto del pianeta nasconde qualcosa, ogni tombino ed ogni grondaia possono nascondere informazioni preziose. Incognito è un gioco per famiglie di esplorazione e interazione in ambienti urbani in cui i partecipanti saranno chiamati a svolgere missioni in luoghi speciali.

E ancora tantissimi ospiti… Ci sarà Adriano Vessichelli regista-animatore specializzato in 2D e post-produzione, vive a Londra e lavora nel campo pubblicitario e insegna post-produzione alla Central Saint Martin - University of Arts London, Painè Cuadrelli sound designer, produttore musicale e dj, compone e produce dischi, colonne sonore per film, documentari, installazioni e mostre (da Milano), il Collettivo XL con due diverse sperimentazioni immersive tra danza, videoproiezioni, musica e movimento (da Reggio Emilia), la band Cobol Pongide, composta da un umano e da un robot, in un originale spettacolo che miscela suoni e proiezioni di scenari futuristici e fantascientifici (da Roma).
Molte anche le collaborazioni e le contaminazioni con le realtà del territorio umbro, tra le tante: Bande à Part con un Laboratorio di esplorazione urbana, Tinker Garage con un Laboratorio di coding e robotica, Dance Gallery con 2 laboratori di danza per bambini, Collettivo Chiroco con il Laboratorio di illustrazione digitale per imparare a creare il personaggio di un libro, di un fumetto o di un cartone animato, Le Fucine Art&Media con il Laboratorio creativo di Raspberry P (un computer piccolissimo creato per stimolare l’apprendimento dell’informatica di base) e non mancherà la collaborazione con il festival internazionale di cinema di animazione Rabbit Fest.
Meravigliarti in Umbria accompagnerà i ragazzi alla visita-gioco per scoprire l’Orto Botanico, gli allievi della Scuola di Musica la Maggiore di Perugia si esibiranno in una performance sonora e visiva immersi nelle proiezioni di Antica Proietteria; Radiophonica.com trasmetterà in diretta le news dal Festival coinvolgendo anche piccoli curiosi e aspiranti speaker; non mancherà uno straordinario dj set, per un pubblico di tutte le età, offerto da LaTerra Recordings, casa di produzione di Dj Ralf.
Ci saranno anche degli appuntamenti dedicati solamente agli adulti: la giornalista e blogger Lucrezia Sarnari, autrice del blog “C’era una vodka”, in un Incontro/Aperitivo solo per le mamme e TinkidoO organizzerà un workshop di Education Technology per genitori, educatori, insegnanti e animatori digitali per analizzare lo scenario attuale dei processi educativi, conoscere gli strumenti e confrontarsi sugli approcci. 


PROMO:  KIDSBIT 2016



GLI ORGANIZZATORI di KIDSBIT
> L’Associazione ON, attraverso numerosi laboratori ludici organizzati sul territorio umbro sia per bambini che per adulti, diffonde un nuovo modello culturale basandosi sullo sviluppo di competenze creative, digitali e di comunicazione quale strumento di empowerment dell’individuo.
> Antica Proietteria è un collettivo di giovani artisti multimediali che nasce con l'obiettivo di creare occasioni di lavoro, di formazione e di condivisione delle esperienze. Sono loro a coniare il termine “Proiettari” come richiamo ai vecchi mestieri, dove la cura e la maniacalità del dettaglio sono un valore aggiunto rispetto alla produzione superficiale e priva di contenuto.

Per info e prenotazioni:
>> Il programma della Summer School: http://www.kidsb.it/kbss.html#programma
>> Il programma di KidsBit Festival: http://www.kidsb.it/il-programma.html

KIDSBIT sui social: Facebook Kidsbit Festival / Twitter @KidsbitFest / Instagram kidsbitfest

domenica 29 maggio 2016

Giro di Sicilia per auto d'epoca, il Club Fiat 500 “Vittorio Brambilla” protagonista della 26° edizione con tappa a Modica.

Il Club Fiat 500 “Vittorio Brambilla” sarà protagonista della 26° edizione del Giro di Sicilia, gara internazionale riservata alle auto d'epoca, che farà tappa a Modica sabato 4 giugno alle ore 13,00.
La storica manifestazione organizzata dal Veteran Car Club Panormus, che si è corsa per la prima volta nel 1912, prenderà il via giovedì 2 giugno da Palermo, quando al calar della sera sventolerà la bandiera a scacchi per circa 200 equipaggi, provenienti da tutta Italia e dall'Europa. Un tour di 869 km che toccherà, in quattro tappe, città d'arte e luoghi suggestivi dell'isola, con arrivo il 5 a Cerda, non lontano dal capoluogo siciliano.

Tra le auto in gara, le insegne del Club Fiat 500 “Vittorio Brambilla” spiccheranno sulla Maserati pilotata da Giuseppe Spadaro socio fondatore del sodalizio sportivo modicano. Diversamente da quanto previsto, invece, Roberto Brambilla e Marco Bissoli, rispettivamente figlio e nipote del celebre pilota monzese nonché soci del club modicano a lui intitolato, non gareggeranno a causa di problemi meccanici all'Alfa Romeo GTV turbo delta “Vittorio Brambilla” del 1979. «Questo inconveniente - ha fatto sapere Roberto Brambilla - comunque non inficia la nostra presenza in terra siciliana, per poter godere dello spettacolo del giro, ma soprattutto per poter riabbracciare tutti gli amici che ci dimostrano sempre tanto affetto».

Oltre che su strada, il Club “Vittorio Brambilla” sarà protagonista nella tappa di Modica, supportando gli organizzatori nella logistica. Nell'ambito della 3° tappa, sabato 4 giugno gli equipaggi, provenienti dall'autodromo di Pergusa, si fermeranno a Modica per la pausa pranzo e per una veloce visita al Museo del Cioccolato e al Museo degli Attrezzi, prima di ripartire per Enna. L'arrivo nella città della Contea è previsto intorno alle ore 13.00.

Ad attendere piloti e auto storiche ci sarà il personale del Club “Vittorio Brambilla”. I soci del Club allestiranno un gazebo nella parte alta del Corso Umberto I, per accogliere, fornire assistenza e dare informazioni agli equipaggi. Ai partecipanti sarà consegnata una borsa con lo stemma del Club, contenente alcuni gadget e prodotti locali, al fine di promuovere l'immagine turistica della città e far conoscere le sue eccellenze gastronomiche. Anche i commissari di percorso della tappa modicana sono stati scelti tra i componenti del Club Fiat 500 “Vittorio Brambilla”.

«Siamo onorati di essere fra i partners della kermesse sportiva - è il commento del presidente, Aurelio Cannella - sia per quanto riguarda la logistica a Modica e a Ragusa, sia nella gara. Certamente non potevano mancare ben due equipaggi che rappresentano la nostra Associazione».


Info e contatti
Club Fiat 500 "Vittorio Brambilla"
Via Modica Giarratana, 83 c/o PalaRizza -Modica
Cell: 339.5213056 / 339.4289304
mail: club500vittoriobrambilla@virgilio.it

Alla galleria davide gallo di Milano, la mostra personale "Into the Emptiness" dell'artista Giuliano Dal Molin.

Martedì 31 maggio 2016, la galleria Davide Gallo, in collaborazione con la galleria Lia Rumma, ha il piacere di presentare la mostra personale dell’artista Giuliano Dal Molin, dal titolo “Into the Emptiness”.

Nato a Schio (Vicenza) nel 1960, dopo un decennio di sperimentazione, sia a livello formale (dalla figurazione all’astrazione), che in termini di indagine sul materiale, Dal Molin approda, nella seconda metà degli anni ’80, ad una sintesi geometrica della forma-colore, che lo avvicina alla migliore tradizione italiana dell’Arte Minimale e Spaziale.
La sua ricerca però, a differenza di quelle già note, che raccontano lo spazio attraverso una palese deformazione della tela, e a differenza dell’astrazione monocromatica, trova la sua autonomia in due elementi, ancora non troppo esplorati dai linguaggi contemporanei: la prospettiva e il vuoto.
Per Giuliano Dal Molin, infatti, la prospettiva entra a far parte dell’opera in maniera decisa, poiché è proprio nel rapporto tra osservatore e spazio necessario alla visione, che l’opera definisce la sua identità. Le superfici di Dal Molin flettono, impercettibilmente, sfondano le une nelle altre, oppure sembrano coesistere pacificamente, ma la loro, in realtà, è solo una momentanea tregua, nello scontro di forze tra  forma e colore. E’ nella distanza, nella prospettiva, che l’opera di Dal Molin si definisce, e trasforma la semplice mutevolezza in raffinata ambiguità.
Ma la prospettiva non è il punto di arrivo della sua ricerca, bensì uno strumento per affrontare una dimensione ancora più profonda: il vuoto.
Ecco che le opere di Dal Molin diventano espressioni del vuoto, le superfici flesse, gli spazi colorati, non hanno valore per loro stessi, ma rimandano al vuoto, a quella non-forma che, o contengono, o suggeriscono. Il vuoto per Dal Molin è frutto di analisi matematica, strutturato secondo coordinate geometriche, nulla di metafisico, un’entità a sé che dà consistenza all’opera rendendola autonoma dallo spazio fisico, e che la ricolloca nello spazio mentale dell’osservatore. Il vuoto, le sue diverse qualità  energetiche, è la diversa intensità del colore a saperla suggerire. Ecco perché il pigmento, nel lavoro di  Giuliano Dal Molin è un grande protagonista, ed ecco perché è lui stesso, con sapere alchemico, a distillare il pigmento, dal quarzo, dai minerali, dal cristallo e dalle sabbie e questo processo altro non è se non una sublime comunione spirituale dell’artista con la sua opera.


Giuliano Dal Molin
Into the Emptiness
Opening: Tuesday 31th, 2016 

davide gallo
via Carlo Farini 6 Milano

t +39 339 158 61 17 | i n f o @ d a vi d e g a l l o . n e t